Naturalmente In Viaggio

Programma di viaggio

PROGRAMMA DI VIAGGIO

1° Giorno: Brindisi-Valona

Incontro con la Guida Ambientale ed Escursionistica insime all’accompagnatore di Naturalmente in Viaggio nella hall ceck-in e imbarchi per l’Albania a Brindisi Porto. Presentazione e disbrigo delle pratiche di imbarco. Imbarco in serata, sistemazione nelle cabine, relax sul ponte, cena e pernottamento a bordo.

2° Giorno: Valona-Laguna di Narta-Radhime-Orikum-Laguna Pasha Liman

Sbarco al porto di Valona, dopo aver effettuato le pratiche doganali e fatto un abbondante colazione albanese, partiremo per visitare la magnifica Laguna di Nartë-Zvërnec-Dajlan, situata pochi km a nord, nella porzione meridionale della foce del fiume Vjosa. L’intera area è si presenta come una pianura alluvionale costiera a ridosso di lunghe coste sabbiose.

L’ambiente naturale è unico e comprende diversi tipi di habitat: le dune sabbiose, le pinete mediterranee, i vecchi letti fluviali, le piccole zone umide costiere, le saline ed i terreni agricoli ad est della zona. L’escursione prevede l’osservazione di monumenti geologici caratteristici: le “sculture di pietra” sulla spiaggia di Dajlan.

Cammineremo su uno stretto ponticello di legno per appiedare sull’Isola di Zvërnec sulla quale sussiste, circondato da cipressi, il piccolo Monastero ortodosso di Santa Maria. La laguna ospita un interessante avifauna che permetterà di praticare birdwatching. Dopo questa entusiasmante escursione partiremo per Radhime (25 km), sistemazione in albergo e pranzo.

Nel pomeriggio partiremo alla volta di Tragjas e poi Orikum; l’escursione si snoda ai piedi dei versanti scoscesi della catena montuosa costiera del Rreza i Kanalit e prevede la visita della chiesetta ortodossa di Kisha e Marmiroit, proseguiremo verso la Laguna Pasha Liman dove effettueremo una escursione naturalistica alla scoperta della flora e della fauna immersi in una foresta di giunchi attraversata da ruscelli e risorgive di acqua dolce incontreremo uccelli d’acqua dolce e tartarughe terrestri. Dopo questa affascinante giornata in serata rientro a Radhime: cena e pernottamento in albergo.

Attività:

3° Giorno: Parco Nazionale Llogara – Dhermi

Colazione e partenza per Llogara National Park dove scopriremo la flora e la ricca fauna selvatica (caprioli, scoiattoli, cinghiali, lupi e diverse specie di rapaci). Il “Passo del Llogara” domina la costa sud-occidentale albanese ed è qui che avrà luogo un’emozionante escursione di 4 km fra i 1000 e 1400 m di altitudine guardando la costa. Proseguiremo l’scursione al Rreza i Kanalit (valico a 1027 m), verso Dhermi una ventina di km a sud.

Questo centro turistico situato in una zona etno linguistica di origine greco-ortodossa. Il paese giace sul versante di una montagna ed eredita l’architettura in pietra tipica della costa meridionale. Qui si ritrovano più di trenta chiese e, in cima al paese, il Monastero di Santa Maria e di San Teodoro. Nell’area di Dhermi inoltre sono presenti tre fra le spiagge più belle e selvagge dell’intera Albania, quelle di Dhermi, Drimadhes e Palase. Tutte e tre superano i 5 km di lunghezza e i 200 m di larghezza; sono formate da ghiaia bianca e levigata, a contatto con acque profonde e cristalline. Qui effettueremo il pranzo e pomeriggio e serata libere:spiaggia, snorkeling, visita della città,aperitivo, cena, rientro in hotel e pernottamento.

Attività:

4° Giorno: Canyon di Gjipe – Porto Palermo

Canyon di Gijpe

Colazione e partenza in direzione Vuno verso il Canyon di Gjipe, area di grande interesse naturalistico dove avrà inizio un’escursione naturalistica di circa 4 km alla scoperta di spiagge nascoste, ruscelli, cascate e pozze d’acqua dolce. Visiteremo il Monastero ortodosso di San Teodoro e da qui inizierà l’entusiasmante trekking alla scoperta del canyon. Il sentiero ci porterà prima sull’incontaminata spiaggia di Gjipe per un po’ di snorkeling in mare. Dalla spiaggia partenza per l’esplorazione interna del Canyon sino a risalirlo per tutta la sua lunghezza e scoprire questo meraviglioso ambiente e monumento naturale perfettamente conservato. Esploreremo le piccole cascate lungo il percorso, ne scopriremo la ricca bidiversità, ci fermeremo per un tuffo rinfrescante, per i più avventurosi un pò di arrampicata sportiva sulle pareti e torrentismo riscendendo l’alveo. Una volta tornati alla base, pranzo in spiaggia e nel pomeriggio trasferimento verso Porto Palermo (20 km),

insenatura naturale di grande suggestione, luogo onirico circondato da lipide acque e immerso in un paesaggio tipicamente mediterraneo. Visiteremo il castello che Ali Pash di Tepelena dedicò a sua moglie la principessa Vassilika. Il castello, fatto costruire nel 1818 al centro dell’ insenatura, come un punto strategico difensivo, sorge su una penisola legata alla baia da un piccolo cordone di terra che accoglie una foresta di Euforbia arborea. La facciata del colle che l’insenatura presenta un ambiente arido che si profuma di salvia nel periodo della raccolta. Ceck in presso l’eco-lodge che guarda lo spettacolare panorama. Cena e pernottamento.

Escursioni ed Attività:

5° Giorno: Sarande – Syri i Kalter e l’Occhio Blu – Butrinto

Colazione e partenza per Sarandë, visita al Syri I Kalter. ”L’ Occhio Azzurro”, che da origine al fiume Bistriça, è una sorgente carsica di copiosa portata situata sulle pendici occidentali del monte Mali i Gjerë.  L’ acqua sgorga ad una temperatura di 12°C e la sua profondità raggiunge i 50 m. Sullo sfondo della chiara roccia calcarea la sorgente assume una colorazione blu scura. Qui sopravvivono alcuni platani colossali. Per i più coraggiosi la sfida sarà tuffarsi nel centro dell’occhio blu e sopportare l’acqua ghiacciata.

Dopo aver pranzato ci sposteremo verso Butrinto (30 km circa) sud di Sarande,  di grande estensione ed enorme interesse archeologico e storico-culturale, unico sito UNESCO patrimonio dell’Umanità in Albania. I resti rinvenibili fanno riferimento al periodo che va da quello illirico (VII sec a.c.) a quello bizantino (XII sec d.c.), 1500 anni affioranti in circa un chilometro di scavi.

 

L’insediamento, rinvenuto grazie al lavoro dell’archeologo italiano Ugolini negli anni ’20 del secolo scorso, si trova inglobato in una foresta, fresca e impareggiabile;l’acqua che affiora dagli scavi nel teatro, è piena di testuggini d’acqua dolce e il lago è abitato da uccelli acquatici. Dopo aver visitato questo luogo unico al mondo faremo ritorno in serata a Porto Palermo (60 km) cena e pernottamento.

6° Giorno: Escursione in barca e trekking sul Karaburun

Colazione e partenza per Radhime (60 Km). Escursione in barca sulle coste del Karaburun, il promontorio che racchiude il golfo di Vlore e il cui nome in lingua locale significa “naso nero”; lungo 16 km e largo 3-5 km, dista solo 76 km dalle coste del Salento. L’uscita prevede un mezzo nautico che da Radhime ci condurrà sul promontorio dove sbarcheremo a Capo Linguetta, pranzeremo sulla spiaggia da e visiteremo, dal mare, la grotta del pirata Haxhi Ali, monumento nazionale naturale albanese.

La piscina interna alla grotta misura 61 x 43 m ed una profondità massima di 11 m; il portale raggiunge i 45 m. Nella parete opposta all’ingresso, a circa 3 m sott’acqua, si apre un ampio cunicolo completamente sommerso che si addentra nella roccia per altri 30 m circa. Una volta risbarcati a terra a Shen Jan, avrà inizio un’escursione naturalistica a terra fino a capo linguetta (4 km, 2 h di cammino), lungo un sentiero che costeggia angoli di mare color smeraldo, in un paesaggio tipicamente mediterraneo.

Visiteremo anche vecchi bunker militari memori del passato dell’isola e cammineremo lungo antiche trincee trasformartesi col tempo in deliziosi sentieri naturalistici.In serata rientro sulla spiaggia di Shen Wasil per gustare un po di relax e un po di cucina tipica albanese prima di riprendere il mezzo nautico che ci riaccompagnerà presso Radhime. Rientro presso l’hotel , cena di saluto festa in spiaggia al chiaro di luna sorseggiando rackje.

7° Giorno: Valona-Brindisi

Colazione , rientro a Valona, imbarco dal Porto e partenza per Brindisi,navigazione, rientro a Brindisi, operazioni di sbarco e dogana e saluto pertecipanti.